Città dell'energia

Da alcuni anni si sente parlare spesso dai media di Città dell’energia, soprattutto quando un Comune ottiene il label che certifica ufficialmente che esso ha superato una sorta di esame nel campo dell’efficienza energetica e nell’impiego di energie rinnovabili sul proprio territorio.

Ma cos’è e cosa vuol dire Città dell’energia?

Città dell’energia è un’associazione che nasce sotto il “cappello” di SvizzeraEnergia, che è il programma dell’Ufficio federale dell’energia che sostiene Comuni e Città nel loro impegno verso l’efficienza energetica e l’impiego di energie rinnovabili. Si tratta della piattaforma cui fanno capo tutte le attività legate a questo settore. La piattaforma SvizzeraEnergia nasce dalla collaborazione tra la Confederazione, i Cantoni, i Comuni e numerosi attori del mondo economico, delle organizzazioni ambientaliste, dei consumatori e delle agenzie dell'economia privata e dell’impiego di energie rinnovabili.

Il Comune di Gambarogno, sensibile a questa importante tematica, ha aderito all’Associazione Città dell’energia il 1° febbraio 2013. L’Associazione comprende tutte le Città dell’energia e gli altri Comuni interessati all’attuazione di una politica energetica locale all’avanguardia, in linea con gli obiettivi federali (ca. 60 Comuni ticinesi sono membri, mentre 12 hanno ottenuto il label). Essere membri dell’Associazione Città dell’energia è un primo passo verso la certificazione, processo di miglioramento della propria efficienza energetica che permette ai Comuni, di ottenere il label o marchio “Città dell’energia”.

L’Associazione è proprietaria del label “Città dell’energia”, garantisce la qualità del sistema di certificazione ed è responsabile dell’assegnazione del marchio.

Vantaggi evidenti per il Comune

L’essere membri dell’Associazione porta evidenti vantaggi a Comuni e Città, tra questi ad esempio la possibilità di scambiare esperienze e buone pratiche, il sostegno concreto a livello finanziario e, attraverso la messa a disposizione di consulenze, informazioni e aiuti concreti all’attuazione.
Un esempio pratico: lo studio sull’illuminazione pubblica “Piano della luce”, deliberato dal Comune lo scorso anno, ha potuto beneficiare di un contributo cantonale proprio perché Gambarogno è Comune membro dell’Associazione Città dell’energia.

Gambarogno è "Città dell'energia"

Nel 2013, il Comune di Gambarogno ha aderito al programma federale SvizzeraEnergia, iniziando l’impegnativo percorso per l’ottenimento del certificato “Città dell’energia”. Con l’accompagnamento di consulenti esterni, è stato strutturato nel dettaglio il progetto e si sono definite le tappe che hanno, tra l’altro, promosso l’allestimento del Regolamento per l’illuminazione e il Piano energetico comunale.

In data 28 marzo 2017, la Commissione incaricata della valutazione del dossier allestito nell’ambito della candidatura del nostro Comune, ci ha assegnato l’importante marchio con il quale diventiamo la ventiduesima “Città dell’energia” in Ticino.

Nella visione “Gambarogno - Comune da vivere” rientra  pure l’impegno del Comune in tutti i settori della politica energetica e climatica, a favore dei propri cittadini.

Con la convinzione che anche le singole azioni possano contribuire al raggiungimento di obiettivi concreti nel risparmio energetico e nell’utilizzo parsimonioso delle risorse, il Comune vuole sensibilizzare la popolazione realizzando progetti esemplari in materia di politica energetica, che spaziano dal risanamento del parco immobiliare ereditato in sede aggregativa, al miglioramento dell’offerta dei trasporti pubblici e pure al potenziamento delle infrastrutture per la mobilità lenta.

Manufatti quali le micro-centrali idroelettriche e l’impianto fotovoltaico installato in collaborazione con la Società Elettrica Sopracenerina sul tetto delle Scuole di Quartino-Cadepezzo confermano anche la sensibilità nell’utilizzo delle energie rinnovabili. È previsto anche l’allestimento di uno sportello energia, che consentirà all’utenza di ampliare le proprie conoscenze in sede di risanamento o realizzazione di edifici privati, accedendo così a specifici sussidi.

Impegno e dedizione consentiranno così al Comune di Gambarogno di orientarsi verso il modello di società a 2000 Watt, nel rispetto delle disposizioni federali e confermando l’impegno verso la popolazione. 

Il vostro browser è obsoleto! Per una visione ottimale del sito aggiorna il browser a una versione più recente.